Spotify


"Il mio principale obiettivo consiste nel mettere in contatto tutte le persone interne all'azienda."

—Martin Lorentzon
Founder and Chairman

La condivisione sociale è in cima alla playlist di Spotify

Sin dai tempi delle compilation su nastro, in voga decenni prima dei post sui social network legati ai brani in ascolto, la condivisione dei brani e degli artisti preferiti è stata sempre importante per gli appassionati di musica. Questo desiderio universale di condivisione sta alimentando il successo del servizio musicale Spotify.

La passione di Spotify consiste nel rendere facilmente accessibile tutta la musica del mondo e ancor più semplice da condividere. Il servizio è integrato con Facebook per consentire agli utenti di condividere facilmente i brani in ascolto con gli amici. L'approccio "social" dell'azienda non riguarda soltanto i clienti, ma anche la filosofia centrale di gestione del business di Spotify. "La nostra azienda è già intrinsecamente 'social', un elemento fondamentale per il nostro prodotto", spiega Jonathan Forster, VP of Sales, EMEA.

Spotify gestisce il proprio intero business come una Social Enterprise, utilizzando Salesforce per qualsiasi attività, come ad esempio la collaborazione, il monitoraggio del progresso in vista degli obbiettivi trimestrali e il riconoscimento dei risultati raggiunti da gruppi e singole persone. "Una volta ottenuto il giusto riconoscimento del peer to peer da parte della gente, è possibile lavorare alla creazione di una cultura e di un'atmosfera ideale. Siamo esseri umani, abbiamo bisogno di incoraggiamento", spiega Martin Lorentzon, fondatore e presidente. "In passato era molto più semplice: bastava 'darsi il cinque' con le mani. Adesso abbiamo rapporti con persone di diverse parti del mondo, per cui abbiamo bisogno dell'aiuto della tecnologia".

Spotify ha creato una cultura di continuo feedback e ascolto in confronto alla quale la tradizionale revisione del rendimento appare un'attività complessa come l'utilizzo di un vecchio registratore a otto piste. "È stata una sorpresa scoprire che le aziende utilizzano ancora processi in cui viene fornito un feedback al personale una sola volta all'anno", spiega Stefan Enholm, VP delle risorse umane. "Operiamo muoviamo in maniera così rapida da rendere impossibile l'attesa di 12 mesi per ottenere un feedback sul proprio operato".

Un nuovo metodo per condividere musica…e per lavorare

L'azienda è cresciuta in maniera strabiliante, con un catalogo sempre più ampio di milioni di brani e oltre 10 milioni di utenti in 15 Paesi. La crescita comporta spesso un aumento della complessità: le tecnologie "social" centralizzate aiutano a tutelare l'ambiente di lavoro sociale che ha consentito a Spotify di diventare un'azienda di primo piano.

"Quando abbiamo iniziato a distribuire l'azienda dal punto di vista geografico, la possibilità di lavorare come una Social Enterprise ci è stata utile per lavorare proprio come se ci trovassimo nel medesimo ufficio", spiega Forster. "Per noi, 'social' significa contatti umani. In altre parole, lodare i colleghi che hanno fatto un buon lavoro e condividere problemi e opportunità".

Spotify
Spotify
Cerca Spotify su Facebook
Questo è il testo predefinito che verrà visualizzato se non è possibile individuare dati per questo widget

 

Chat in tempo reale