Viviamo in un mondo ormai completamente digitalizzato dove la tecnologia funge da punto di contatto tra le persone e le aziende. In questo contesto non è da meno il mondo delle assicurazioni, settore che sta progressivamente facendo evolvere i propri servizi per andare incontro alle rinnovate esigenze di un cliente sempre più digitale ed esigente.

E proprio per indagare le principali evoluzioni in ambito digitale del settore assicurativo abbiamo realizzato, con il supporto di IDC Italia, l’indagine "Insurance innovation: le dinamiche di trasformazione digitale per espandere gli orizzonti di collaborazione" che ha visto la partecipazione di 362 intermediari assicurativi tra cui agenti e broker che operano sul mercato italiano.

 

Priorità numero uno? Rafforzare la fiducia dei clienti

 

Per il 97,5% degli intervistati l’intermediario assicurativo non è soltanto un venditore, ma un consulente, capace di creare una relazione empatica. Va da sé quindi che la fiducia e il rapporto con i clienti rappresentino la priorità assoluta per il settore, con il 79% degli intervistati che sostiene questa idea.

 

Un’innovazione basata su personalizzazione e flessibilità

 

Oltre al saper costruire legami basati sulla fiducia, diventa di fondamentale importanza proporre nuovi modelli di offerta con servizi personalizzati, pricing dinamici e logiche di acquisto flessibili. Il 60% dei clienti italiani richiede infatti più personalizzazione nei prodotti, ma anche più flessibilità. La possibilità di modulare le polizze rappresenta un punto molto  importante (40%), insieme a una maggiore trasparenza delle comunicazioni e delle condizioni contrattuali con la propria assicurazione (33%). Infine, il 25% dei clienti italiani richiede un’offerta di prodotti innovativi e attività di fidelizzazione dedicate che possano rispondere alle proprie esigenze.

Ecco perché i clienti italiani si dimostrano sempre più propensi alla condivisione dei propri dati. Il 50% si dichiara favorevole con il solo fine di poter usufruire di servizi innovativi e a valore aggiunto.

La digitalizzazione delle compagnie assicurative tradizionali diventa sempre più importante anche alla luce della presenza di nuovi attori emergenti come le Insuretech e le Big Tech Companies, realtà che basano le proprie offerte su nuovi servizi completamente digitali. I clienti italiani continuano però a preferire l’approccio “classico”, con oltre il 40% di loro che afferma che si rivolgerebbe a questi nuovi player solo se offrissero prodotti assicurativi in affiancamento o in partnership a quelli tradizionali.

 

Ottimizzare il rapporto con i clienti, ma come?

 

L’indagine realizzata da IDC ha inoltre rivelato che nei prossimi due anni le esigenze tecnologiche degli intermediari si indirizzeranno verso strumenti di analytics capaci di aiutarli a capire meglio il mercato e trovare   nuovi clienti (84%) e tecnologie in grado di rispondere in tempo reale alle richieste dei clienti per ottimizzare le comunicazioni omnicanale e la vendita di prodotti (79%). Tali soluzioni si riveleranno strategiche sia per automatizzare le attività di lead generation, che per migliorare l’utilizzo dei dati raccolti al fine di creare comunicazioni e offerte personalizzate.

 

L’alleato essenziale per gli intermediari assicurativi? Le nuove tecnologie

 

In conclusione possiamo affermare che ci troviamo di fronte a un cambio di passo per il  settore assicurativo che è chiamato oggi a fornire un maggiore supporto nei processi di innovazione e comunicazione ponendosi come priorità assoluta la fiducia dei clienti. Le nuove tecnologie rappresentano senza dubbio l’alleato essenziale: sono infatti gli stessi intermediari a dirlo, con il 63% di essi che vede nelle piattaforme digitali lo strumento imprescindibile per valorizzare il proprio ruolo, avere una collaborazione più veloce e agile tra agenzia e compagnia, ed infine competere efficacemente con gli attori emergenti del settore.

 

Cosa riserva il futuro per il settore? La parola ai protagonisti

 

Del futuro delle compagnie assicurative nell’epoca post-pandemica ne abbiamo parlato anche durante l’executive roundtable che abbiamo organizzato insieme a Le Fonti contestualmente all’evento Financial Services Summit (visibile a questo link). All’evento hanno preso parte i top executive di alcuni dei più importanti player assicurativi, i quali hanno discusso insieme dei cambiamenti di abitudini dei clienti, dei nuovi modelli di business nonché del rapporto triangolare che si viene a creare tra compagnia, agenti e clienti attraverso il ruolo cruciale della trasformazione digitale.

 

Scopri obiettivi e prospettive d'evoluzione degli intermediari assicurativi italiani, scarica lo studio "Insurance innovation: le dinamiche di trasformazione digitale per espandere gli orizzonti di collaborazione"