Durante la pandemia, tante organizzazioni hanno dovuto adottare, per forza di cose, modelli di lavoro remoto o ibrido. Se alcune erano pronte, molte si sono ritrovate a doverlo essere nel giro di poche settimane, se non giorni.

Pertanto, con una forza lavoro distribuita, avere un sistema centralizzato di gestione dei dati è diventato importantissimo. I lavoratori devono infatti poter accedere ai dati ovunque si trovino. E non solo: affinché siano produttivi, i dipendenti devono avere una visione completa del cliente, specialmente in un momento in cui le interazioni faccia a faccia vengono sostituite da quelle virtuali.

Avrete sicuramente sentito parlare, negli ultimi anni, del concetto di “dati puliti” e di aziende “data driven”. Per continuare ad avere successo in un momento difficile come quello generato dall’arrivo della pandemia di COVID-19, tutte le aziende, comprese le piccole e medie imprese, hanno dovuto digitalizzare le operazioni o potenziare il processo di Digital Transformation già avviato. Una parte importante di questo percorso consiste nel consolidare i dati, ovvero fare in modo che non siano frammentati e che quindi non si operi in compartimenti stagni. In questo modo si permette a tutti di accedere ai dati in qualsiasi momento, ovunque si trovino, e le decisioni vengono prese sulla base di informazioni attuali e significative.

In altre parole, le aziende di oggi devono centralizzare la loro gestione dei dati. Vediamo come possono iniziare a farlo.

 

Il manuale completo per la tua strategia CRM

Leggi il nostro e-book e scopri in che modo un CRM può migliorare le vendite e la produttività, come realizzare la tua strategia CRM e come massimizzare il ROI.

Perché centralizzare la gestione dei dati

 

Vediamo allora, nel dettaglio, perché è così importante centralizzare la gestione dei dati aziendali.

Potenziamento della business intelligence. Secondo un sondaggio Bain condotto su 300 executive leader aziendali, due terzi delle imprese investono significativamente nell’analisi dei dati, e lo fanno principalmente per prendere decisioni più accurate. Secondo il McKinsey Global Institute, le possibilità delle aziende data driven di acquisire nuovi clienti sono 23 volte superiori rispetto a quelle delle altre aziende.

Miglioramento dell’integrità dei dati. Avere dati integri e coesi aiuta in tutti gli aspetti delle operazioni aziendali e rende ancora più efficace il lavoro dei dipendenti. In altre parole, l’integrità dei dati va a braccetto con la produttività. 

Miglioramento dell’efficienza operativa. Dalle varie analisi condotte da Salesforce appare evidente che una piattaforma di gestione centralizzata dei dati, come ad esempio Marketing Cloud, aiuta a potenziare l’efficienza operativa. I leader che non dispongono di questa visione chiara e completa molto spesso basano le loro decisioni su frammenti di informazioni piuttosto che su un set di dati coeso e significativo.

Miglioramento della collaborazione tra i team. Se i dati sono centralizzati, i team di vendita possono avere una visione completa dei clienti, incluse le loro interazioni con l’assistenza, e così riescono a servirli meglio. E non solo: eliminando i silos di dati, tutti i team si interconnettono tra di loro, la collaborazione migliora, l’agilità aumenta e si riescono a individuare più facilmente eventuali colli di bottiglia.

Riduzione dei costi. Da uno studio condotto da Dataversity si evince che una buona gestione dei dati ha effetti positivi sul fatturato e, in generale, sui costi. Sfruttando meglio i dati, infatti, le operazioni sono più efficienti e il budget dedicato all’IT può essere ridotto drasticamente.

 

Qualche consiglio per centralizzare la gestione dei dati

 

  • Coinvolgere i dipendenti. La trasformazione aziendale passa infatti dalla trasformazione delle persone. Si può migliorare la gestione dei dati dando potere e conoscenze alla forza lavoro, e in questo la piattaforma Trailhead è di grandissimo aiuto.

  • Comprendere l’intero panorama dei dati. Può sembrare banale, ma prima di avviare qualsiasi operazione mirata a centralizzare i dati, dobbiamo analizzare le informazioni e capire quali sono significative e quali invece possono essere scartate.

  • Gestire i dati mirando a un obiettivo aziendale. I dati sono così tanti che non possiamo usarli tutti senza avere uno o più obiettivi definiti. Se i principali problemi si trovano nel ramo dell’assistenza clienti, ad esempio, occorre concentrarsi sui dati provenienti dal supporto.

  • Pensare in modo agile. A volte, la chiave del successo sta nella trasformazione. Pensare ai dati in modo agile, ovvero scrollarsi di dosso la gestione tradizionale, può essere la strategia giusta. A questo scopo, è bene coinvolgere consulenti esterni o servirsi di piattaforme intelligenti come quelle di Salesforce.

  • Ottimizzare la governance dei dati. La governance dei dati altro non è che quell’insieme di processi, standard e metriche che permette di usare efficacemente le informazioni e raggiungere gli obiettivi prefissati. Migliorandola costantemente, si crea una struttura più solida sulla quale basare le decisioni aziendali.

 

Centralizzare i dati significa unire i team

 

In questo blog abbiamo visto che la gestione dei dati è un po’ come un puzzle. Possiamo avere dati frammentati, ovvero i singoli pezzi del puzzle, oppure unirli in modo significativo così da guardare l’immagine nel suo complesso e quindi lavorare meglio.

Se hai deciso di ottimizzare la gestione dei dati nella tua azienda, prova subito le funzionalità delle soluzioni Salesforce e inizia ad approfittare di tutti i vantaggi che offrono

 

Scopri gli strumenti per raggiungere il successo con una strategia CRM per le piccole imprese.

Trova, conquista e mantieni i tuoi clienti con soluzioni di vendita, marketing e customer service: tutto studiato su misura per piccole imprese, come la tua.