TooA

Salesforce ci garantisce la flessibilità, le prestazioni, la scalabilità e l’affidabilità necessarie per accompagnarci nel nostro processo di crescita e internazionalizzazione.”

Giulio Camillo Zuccoli | CEO, TooA
 
 
 

Il gelato? Un’esperienza personale, on demand e sostenibile: ecco la rivoluzione di TooA

Combinare tecnologia e artigianalità per dare vita a una macchina per il gelato completamente digitalizzata, con la ferma convinzione di rivoluzionare questo settore ricalcando le prerogative vincenti del modello foodtech. TooA, dove la “T” iniziale del nome sta per tecnologia e la “A” finale per artigianalità, è una startup italiana con una storia molto particolare alle spalle. L’intuizione che ha portato alla sua nascita è di Aldo Uva, guidato dal suo amore per l’innovazione in ambito food-tech, che ha intercettato l’idea e l’ha subito condivisa con Maria Paola Merloni, figlia di Vittorio, storico imprenditore marchigiano, che ha avuto l’immediata percezione del valore dell’idea ed ha deciso di investire nella venture ed ha introdotto il concetto di “outside in”, cioè intercettare all’estero una idea innovativa e portarla nel territorio per fare leva sul know-how esistente. Una volta acquisito il brevetto e portata in Italia la tecnologia, ecco il piano per ingegnerizzarla e farla diventare un prodotto vero e proprio. Ed è nel cuore nel distretto dei piccoli elettrodomestici, a Fabriano, che Maria Paola Merloni, Aldo Uva, top manager con esperienze in Indesit (oggi Whirlpool Corporation), Parmalat, Sara Lee Corporation, Nestle, Natuzzi, Firmenich, Ferrero, LIVEKINDLY Co., ed attuale CEO di CSM Ingredients, e Giulio Zuccoli, talento di ritorno dal Regno Unito e cresciuto professionalmente presso la banca d’investimenti internazionale Klecha & Co., CEO di TooA, danno corpo a questa idea che vuole essere “disruptive” e che persegue anche finalità sociali (la valorizzazione di un territorio e delle sue risorse umane) e di sostenibilità ambientale.

Il punto di partenza, come dice Zuccoli, è stato verificare l’applicabilità al gelato del modello ormai diffuso nel consumo casalingo di caffè. Il punto di arrivo è una macchina brevettata e completamente made in Italy, in grado di mantecare un gelato in pochissimi minuti da un preparato liquido a temperatura ambiente e di ottenere la stessa resa qualitativa di un classico prodotto artigianale; un progetto radicato nella tecnologia che costituisce il cuore e il cervello della macchina e nella piattaforma digitale che gestisce a 360 gradi la relazione con il cliente.

Qualità fa rima con sostenibilità e progettualità

TooA, come recita il claim della società, vuole essere una nuova esperienza di gelato, pensata per rispondere ai bisogni reali e specifici dei consumatori in termini di gusto, tempo e luogo, innovativa sia nella sua componente digitale che nella modalità di fruizione. Come? Accompagnando con opportuni suggerimenti (i TooA Moments) gli amanti del gelato dalla colazione all’aperitivo fino al dopo cena, combinando gusti classici e gusti gourmet senza rinunciare alle sperimentazioni alcoliche, come il gelato al passito di Pantelleria. Sempre e comunque facendo leva su ingredienti naturali e su un approccio responsabile verso il pianeta. Una delle prerogative della startup è per l’appunto la sostenibilità. Le confezioni in Tetra Pak monodose utilizzate da TooA sono completamente riciclabili, riducono il rischio di spreco e non richiedono alcun tipo di refrigerazione, sia nelle fasi di trasporto che in quelle di conservazione, abbattendo completamente la catena del freddo e consentendo una riduzione delle emissioni di CO2 calcolata nell’ordine del 30-40%.

Un approccio sostenibile che sposa un’anima solidamente produttiva: “Siamo una startup industriale, con tutte le complessità legate al fare produzione, ma siamo sicuri di essere avanti di dieci anni rispetto alle altre aziende di questo settore”, afferma Zuccoli. La start-up TooA ha sede a Fabriano e nel complesso impiega 25 persone, di cui il 75% sono ex dipendenti Indesit. L’obiettivo di TooA? Stimolare la domanda di gelato sul mercato nazionale, avvicinandola ai tassi di consumo medi degli altri paesi europei per il consumo in casa, partendo da un target di riferimento ben definito: famiglie giovani dai 35 ai 55 anni, con un livello di educazione medio-alto, residenti nei grandi centri urbani. Il traguardo finale, conferma il CEO, è chiaro e ambizioso: rivoluzionare il mondo del gelato creando una nuova categoria fino ad oggi inesplorata.

Un’unica piattaforma per gestire tutto: Salesforce

Dal punto di vista della piattaforma tecnologica, la scelta di TooA è caduta in toto su Salesforce. “Abbiamo puntato su un’azienda che persegue la nostra stessa filosofia, e cioè quella di mettere il cliente sempre al centro di tutto. Salesforce – spiega ancora Zuccoli – ci garantisce la flessibilità, le prestazioni, la scalabilità e l’affidabilità necessarie per accompagnarci in un processo di crescita nel tempo che guarda all’internazionalizzazione. Per questo abbiamo deciso da subito di integrare marketing, advertising, vendite e assistenza clienti in un unico sistema che coniuga la semplicità d’uso alla possibilità di controllare attraverso un’unica piattaforma, e con un unico team, tutte le aree strategiche del nostro business”. Se le esigenze di partenza e gli obiettivi da raggiungere erano chiari, come assicurano da TooA, la strada da intraprendere dal punto di vista applicativo è stata via tracciata con il supporto di Salesforce e di un system integrator fortemente legato all’approccio “360” come Alpenite, che hanno tradotto la visione della startup in un sistema di CRM che comprende i moduli Marketing Cloud, E-Commerce, Service e Social Studio.

“Siamo andati ben oltre l’idea del sito e del fare e-commerce”, sottolinea infatti il CEO di TooA. “L’app che comanda da remoto via Bluetooth la macchina per la produzione del gelato, nasce per essere una forma di protezione della nostra tecnologia e per valorizzare, al contempo, la nostra customer experience, trasformando un sistema chiuso in una grande opportunità di personalizzazione del prodotto/servizio, a tutto beneficio del consumatore”. Direttamente dallo smartphone è infatti possibile ordinare i gusti preferiti e riceverli direttamente a domicilio, rimanere sempre aggiornati sulle novità di TooA e ricevere in anteprima promozioni mirate. L’app e la piattaforma di Salesforce sono in poche parole i pilastri per creare una relazione a lungo termine con il cliente, per interagire e comunicare con il consumatore-utente in modo costante e di conseguenza personalizzare sempre di più il prodotto grazie alle sue indicazioni, ai suoi feedback e alle sue richieste.
 

Siamo una startup industriale, con tutte le complessità legate al fare produzione, ma siamo sicuri di essere avanti di dieci anni rispetto alle altre aziende di questo settore.”

Giulio Camillo Zuccoli | CEO, TooA

Comprendere il cliente per servirlo meglio

Con il modulo Service, in particolare, vengono processati gli input raccolti dal consumatore, elaborati e organizzati in specifici cluster all’interno della piattaforma per essere facilmente accessibili e condivisibili da tutte le funzioni di TooA, dal marketing alle vendite, dall’R&D all’assistenza clienti. “Flessibilità e modularità – continua Zuccoli - sono prerogative di Salesforce che ci permettono di avere un costante monitoraggio della storia del cliente e un contatto diretto, principalmente via WhatsApp ed e-mail, con tutti i nostri utenti e i potenziali prospect. Il vero vantaggio competitivo della piattaforma è permetterci di capire come e quanto la macchina viene utilizzata e di sviluppare di conseguenza, con Marketing Cloud e Social Studio, campagne di comunicazione o di promozione mirate e dedicate, sul prodotto, sui topping, sui gusti. Così facendo il singolo consumatore diventa parte integrante del processo di sviluppo di TooA e a rafforzare un modello data driven vincente”.

Oggi il B2C, in futuro anche il B2B

Il primo bilancio di TooA, sebbene le vendite siano appena iniziate, è decisamente positivo. Il prossimo passo sarà quello di massimizzare e capitalizzare al massimo le potenzialità della piattaforma; oggi Salesforce è la piattaforma per la gestione del cliente e il customer service e per l’analisi di tutte le informazioni raccolte, in futuro verrà impiegata in modo sistematico per l’attività di post-vendita anche per il riordino automatico dei componenti. “Stiamo costruendo un ecosistema con dati credibili e testuali dell’usability del prodotto e dei servizi e l’intento è quello di far diventare l’app l’Hub della nostra interazione a tutto tondo con il cliente e con la community di utenti che via via si andrà a costruire”, conclude Zuccoli. E se oggi TooA è concentrata esclusivamente sul mercato consumer, alberghi, ristoranti e operatori B2B del settore Horeca sono il target a cui puntare con lo sviluppo di una nuova macchina dedicata. 
 
 

Continua ad esplorare storie simili

Domande? I nostri rappresentanti hanno le risposte che cerchi.

Se hai domande riguardo ai prodotti, ai prezzi, all’implementazione o a qualsiasi altra cosa, i nostri rappresentanti altamente qualificati sono qui per aiutarti.