Che cos'è il cloud computing?

 

Il cloud computing consiste nella fornitura di servizi di computing, quali software, database, server e reti, tramite connessione Internet. Ciò significa che gli utenti finali sono in grado di accedere a software e applicazioni ovunque si trovino.

I programmi per computer sono ospitati da un server esterno e si trovano nel "cloud". Significa che gli utenti non devono preoccuparsi di aspetti tecnici come l'archiviazione e la potenza, ma possono semplicemente godersi il risultato finale.
 

Da che cosa deriva il nome del cloud?

Il cloud deve il suo nome alla consuetudine di disegnare Internet come una nuvola (in inglese, appunto, "cloud") nei diagrammi di brevetto della rete nei primi anni '90. Così, quando si parla di "archiviazione nel cloud" e "CRM basato su cloud ", si intendono le risorse e i servizi di sistema che possono fare queste operazioni su Internet.

Come funziona il cloud computing?

Il cloud computing si basa sul presupposto che le principali attività di elaborazione avvengono su una macchina, in remoto, che non è quella attualmente in uso, che riceve direttamente e trasmette gli input. I dati raccolti durante questo processo vengono memorizzati ed elaborati da server remoti (chiamati anche server cloud), il che significa che il dispositivo che accede al cloud non deve lavorare altrettanto duramente.

Ospitando software, piattaforme e database in remoto, i server cloud liberano la memoria e la potenza di elaborazione dei singoli computer. Gli utenti possono accedere in modo sicuro ai servizi su cloud utilizzando le credenziali ricevute dal fornitore di servizi di cloud computing.

Dato che il cloud computing implica che il carico di lavoro del computer di un utente è ospitato su una macchina diversa, il cloud è accessibile ovunque ed è disponibile a chiunque disponga di una connessione a Internet.

Le diverse aziende hanno la propria infrastruttura di cloud per contenere i dati degli utenti; Google, ad esempio, possiede i propri server, come anche Salesforce.

Tuttavia, un cloud potrebbe contare anche su un piccolo numero di computer.

In questo senso, esistono cloud sia pubblici sia privati, che possono essere auto-ospitanti oppure ospitati da terze parti. Nei cloud privati gli utenti devono avere le piattaforme o gli accessi corretti, come un browser o un account, per accedere a questi server e ai dati in essi contenuti.

 

 

Chi usa il cloud?

Oggi, chiunque sia online usa il cloud nella propria vita quotidiana, che ne sia consapevole oppure no. Modifica di documenti su una cartella condivisa, invio di e-mail, streaming di film, archiviazione di file, condivisione di foto su Instagram: tutte queste attività sono rese possibili dal computing basato sul cloud. 

Per le aziende, il cloud è stato motivo di cambiamenti. Che si tratti di cloud pubblico (ospitato da fornitori di terze parti), un cloud privato (ospitato nei propri uffici, ma comunque in grado di offrire accesso da dispositivi mobile) o una versione ibrida dei due, milioni di aziende grandi e piccole si affidano oggi al cloud per quasi tutte le loro esigenze di computing.

Solo nel Regno Unito, la percentuale di aziende che utilizzano servizi basati sul cloud è salita dal 48% nel 2010 all'88% nel 2017. Circa il 67% degli utenti attuali afferma che si aspetta un aumento dei servizi di cloud adottati.

I vantaggi offerti dal cloud computing

L'adozione del cloud è stata rapida e a livello globale. Le tre ragioni principali per cui le aziende adottano i servizi basati sul cloud inizialmente sono la flessibilità della fornitura, il risparmio di costi operativi e la scalabilità. Circa il 70% delle aziende afferma che sta già ottenendo o prevede di ottenere un vantaggio competitivo dall'utilizzo di servizi basati sul cloud.

Alcuni dei più importanti vantaggi del cloud computing sono:

  1. Implementazione rapida
  2. Spese anticipate ridotte o assenti
  3. Scalabilità immediata
  4. Nessun bisogno di manutenzione
  5. Accesso ovunque
  6. Maggiore sicurezza
 
 

Implementazione rapida

Un'azienda può iscriversi e iniziare immediatamente a utilizzare un'applicazione nel cloud. Anche le applicazioni aziendali più ampie solitamente diventano operative in pochi giorni o settimane, piuttosto che in alcuni mesi o anni.

Nessuna spesa anticipata

Le aziende possono eliminare le spese anticipate arbitrarie e iniziare a utilizzare le applicazioni immediatamente. Il software su cloud comporta la possibilità di ridurre drasticamente o persino di eliminare le spese in conto capitale e pagare semplicemente un canone mensile per l'intero servizio.

Scalabilità immediata

Con le applicazioni basate sul cloud, il numero di utenti può essere aumentato o diminuito in base a come cambiano le esigenze nel tempo. Ciò significa che le aziende pagano solo per ciò di cui hanno bisogno e non devono preoccuparsi di esaurire la propria capacità.
 

Nessun bisogno di manutenzione

Le operazioni di patching, aggiornamento e testing delle applicazioni possono richiedere ogni mese diversi giorni del tempo a disposizione del personale dell'IT, ma con le applicazioni basate sul cloud tutto questo non è necessario. Il motivo è che tutto è gestito nel cloud e questo lascia al tuo personale più tempo per lavorare su nuovi progetti.

Accesso ovunque

Le applicazioni basate sul cloud sono progettate per essere accessibili ovunque in modo sicuro, tramite qualunque dispositivo connesso.

Maggiore sicurezza

Le grandi aziende perdono una media di 265 laptop all'anno. Se questi contengono dati riservati, è un grave rischio per la sicurezza. Con le applicazioni basate sul cloud, i dati vengono archiviati in modo sicuro nel cloud, in modo che la perdita di un laptop diventi un semplice inconveniente anziché un potenziale disastro.
 

La tua attività è pronta per il cloud computing?

Scarica il nostro e-book "Fai decollare il tuo percorso verso il cloud" per scoprire di più su come sfruttare al massimo il potere del cloud per la tua attività.
 

Perché passare al cloud?

Sempre più aziende stanno cercando di approfittare dei molti vantaggi offerti dal cloud.

In sostanza, le aziende passano al cloud per quattro motivi fondamentali:

1. Semplicità: il cloud richiede poco sforzo da parte di un'azienda per il mantenimento e la gestione.

2. Efficienza: i tradizionali sistemi di computing in locale richiedevano step di investimento predeterminati, in quanto la capacità non poteva essere variata facilmente; al contrario, il cloud computing offre una maggiore efficienza grazie alla condivisione delle risorse tra i clienti.

3. Accesso: è semplice accedere alle applicazioni e ai servizi basati su cloud ovunque ci si trovi, perché tutto ciò che serve è un dispositivo con una connessione a Internet.

4. Capacità: il cloud è in pratica infinito in termini di dimensioni, in modo che le organizzazioni non debbano mai preoccuparsi di esaurire la propria capacità.

Il passaggio allo smart working e al lavoro da mobile

Questi vantaggi sono particolarmente importanti in un mondo in cui il lavoro in ufficio sta cedendo sempre più il passo al lavoro a distanza (smart working) e dove l'uso di dispositivi mobile ha superato il desktop computing.

Oltre il 50% dei lavoratori afferma di lavorare al di fuori del suo ufficio principale per almeno la metà della settimana, secondo un sondaggio del 2017 condotto su 20.000 manager senior e proprietari di aziende.

Questo passaggio a una gestione delle attività principalmente tramite mobile si riflette anche nelle vendite di componenti hardware, con una riduzione prevista delle vendite di computer desktop a 87 milioni di unità entro il 2021, contro i 161,1 milioni di unità laptop, i 145,8 milioni di unità tablet e i 1.701,1 milioni di unità smartphone.

Quanto è sicuro il cloud?

Le soluzioni cloud, in particolare per le aziende, sono diventate un'opzione molto più affidabile rispetto ai dati conservati in locale.

Il cloud elimina efficacemente un certo numero di problemi di sicurezza in virtù del semplice fatto che non si trova negli uffici: eventuali intrusi non potrebbero avere accesso a informazioni riservate.

I dipendenti scontenti non hanno accesso ai server fisici che costituiscono il cloud e la maggior parte dei fornitori di servizi su cloud garantisce che l'accesso ai dati è strettamente sorvegliato; ciò significa che nessuno dovrebbe essere in grado di scaricare un grosso numero di segreti aziendali su una chiavetta e poi uscire dalla porta.

Detto questo, dovrebbe essere dedicata un'attenzione speciale agli standard di sicurezza offerti dal fornitore di servizi su cloud, tra cui le misure per garantire la trasmissione e l'archiviazione sicure dei dati, nonché la protezione fisica del centro dati del fornitore dei servizi su cloud per controllare i diritti di accesso dei dipendenti.

 

Ottieni dati personalizzati sulla tua azienda

La nostra Business Success Scorecard ti dirà che cosa stai facendo bene, confronterà la tua azienda con le migliori del settore e ti darà dei suggerimenti per migliorare.
 

Tipi di servizi di cloud computing

Esistono tre tipi principali di servizi basati sul cloud: Infrastructure as a Service (IaaS), Software as a Service (SaaS) e Platform as a Service (PaaS).

Infrastructure as a Service (IaaS) fornisce a un'azienda la sua infrastruttura basilare di computing su Internet, tra cui reti, server e spazio di archiviazione, in genere con pagamento a consumo.

Dal punto di vista dell'utente, l'utilizzo di servizi basati sul cloud implica semplicemente l'accesso sicuro all'applicazione tramite Internet, accesso che può essere effettuato attraverso qualsiasi dispositivo collegato, come uno smartphone, un tablet o un computer.

Software as a Service (SaaS) è un modo per fornire applicazioni software su Internet, in genere su abbonamento e su richiesta. Il fornitore di servizi sul cloud ospita e gestisce l'intera infrastruttura IT, oltre a occuparsi di manutenzione e sicurezza.

I servizi SaaS fanno uso di un'architettura cloud multi-tenancy, il che significa che tutti gli utenti e le applicazioni condividono un'infrastruttura comune gestita a livello centrale.

Platform as a Service (PaaS) amplia il modello IaaS con un insieme di servizi basati sul cloud che consente agli sviluppatori e agli utenti delle aziende di sviluppare e distribuire applicazioni facili da utilizzare in modo rapido e intuitivo.

E tutto questo avviene senza componenti hardware da acquistare e gestire o software da installare e aggiornare, in quanto i componenti hardware e software necessari sono gestiti dalla società di cloud responsabile dell'app.

Utilizzi del cloud computing per le aziende

I più comuni utilizzi a livello aziendale del cloud computing includono i processi HR, gestione delle spese, software per la contabilità, project management, gestione dei rapporti con i clienti (CRM, Customer Relationship Management) e software per riunioni virtuali, per citarne solo alcuni. Praticamente ogni applicazione immaginabile può essere fornita tramite il cloud.

Le innovazioni più recenti nel cloud computing rendono le applicazioni aziendali ancora più mobile e collaborative. Con il CRM basato sul cloud, ad esempio, un responsabile commerciale sul campo può ottenere tutte le informazioni di cui ha bisogno dal proprio dispositivo mobile.

Le note di contatto possono essere aggiornate in tempo reale, in modo da essere sempre recenti, complete e disponibili per gli altri: non c'è più bisogno di attendere di tornare in ufficio per scriverle. E i responsabili delle vendite sanno esattamente quali trattative verranno chiuse e quando, dal computer desktop se sono in ufficio o dal proprio tablet o smartphone se sono fuori.

 

Inizia con una prova gratuita.

Approfondisci ulteriormente le tue informazioni con Salesforce. Scopri com'è il nostro CRM quando è fatto su misura per la tua attività. Registrati subito per richiedere la tua prova gratuita.