Momento difficile, incerto, preoccupante: in questi giorni gli aggettivi si sprecano. Abbiamo solo le nostre parole per ringraziare i medici, gli infermieri, la protezione civile, tutti coloro che ci governano, chiamati a decisioni difficilissime. 

Cosa possiamo fare noi di Salesforce? Francamente poco, ma il poco di ognuno è cruciale. Il nostro CEO Marc Benioff ha annunciato varie donazioni a favore di università e organismi internazionali, uno strumento semplice come QUIP è stato reso disponibile gratuitamente per gestire ogni forma di collaborazione remota.

 

C’è poi un’iniziativa tutta italiana, che abbiamo appena realizzato. La Confederazione Parkinson Italia Onlus, rete nazionale delle Associazioni delle persone con Parkinson, e Careapt – start up del gruppo Zambon dedicata allo sviluppo di soluzioni digitali per la gestione delle malattie neurodegenerative – hanno dato vita a un’iniziativa congiunta per offrire sostegno alle persone con malattia di Parkinson.

Il servizio, totalmente gratuito, nasce per fornire un programma di teleassistenza infermieristica specializzata, ParkinsonCare, ai residenti delle regioni maggiormente colpite dal virus. In una situazione di emergenza, il digitale diventa una leva fondamentale per continuare a svolgere le nostre attività e la creatività un elemento imprescindibile per sfruttarne le potenzialità. In questo caso, abbiamo donato i nostri applicativi a Careapt per rendere possibile questo servizio.

 

In ultimo, un incentivo per restare a casa: abbiamo realizzato una dashboard, perché si possa visualizzare e comprendere l’andamento di Covid-19. Perché? Vogliamo che tutti, tra qualche settimana, assistano all’inesorabile declino delle curve. 

Dipende da noi. Conto su di noi.