Biesse rappresenta l’eccellenza del Made in Italy: nata nel 1969 come un’azienda familiare, conta oggi 12 stabilimenti produttivi, 39 filiali dislocate in tutto il mondo e oltre 4.200 dipendenti. La sua produzione di tecnologie per la lavorazione di legno, vetro, pietra, plastica e metalli viene quasi interamente esportata ed è apprezzata in tutto il mondo dai principali produttori di arredamenti, serramenti, componenti per l’edilizia, nautica ed aerospace. Per un’azienda di tali dimensioni è dunque fondamentale avere una data collection di alto livello e un sistema di comunicazione interno e con i clienti all’avanguardia. In questo contesto è nata la partnership con Salesforce che, tramite il supporto di Atlantic Technologies, ha permesso a Biesse di venire incontro e gestire nel migliore dei modi le richieste dei clienti.

 

 

Una soluzione fluida e immediata per tecnici, clienti e macchine sempre connesse

 

Un’azienda manifatturiera delle proporzioni di Biesse corre inevitabilmente il rischio di avere una comunicazione frammentata. La soddisfazione del cliente passa invece per una comunicazione fluida e immediata, tanto all’interno dell’azienda, quanto con il cliente stesso. Questa era la vera sfida: consolidare e rendere consistenti le informazioni sui clienti e sui macchinari in modo da poter dare sempre, e nel minor tempo possibile, risposte puntuali ma soprattutto poter risolvere problemi spesso complessi. Era questo l’unico modo per mettere in grado i tecnici  di intervenire velocemente e con efficacia.  L’adozione di Salesforce ha permesso a tutte le filiali di Biesse sparse per il mondo di avere un unico strumento di gestione e comunicazione, facilitando di molto l’interazione e contribuendo a creare uno spirito di squadra. 


Come racconta Biesse, l’introduzione della piattaforma Salesforce ha alleggerito di molto il lavoro della direzione commerciale che, nonostante i suoi grandi sforzi, riusciva inevitabilmente a raggiungere risultati solo parziali. Questo ha dato la possibilità di concentrarsi su una comunicazione finalmente mirata e data driven. Tramite l’accesso a un sistema aggiornato in tempo reale, di facile utilizzo e disponibile anche offline, la direzione commerciale ha ricevuto anche un grande aiuto per la pianificazione delle visite.

 

 

 

 

Un progetto pioniere in Italia

 

Ancora più innovativo e performante è però il progetto sviluppato con Field Service Lightning, l’applicazione che consente alle squadre di tecnici di poter intervenire sul campo efficacemente perché ben informati ossia con a disposizione tutti i dati e le informazioni necessarie. Ciò ha incrementato sensibilmente l’efficienza operativa. In soli sette mesi, sono stati connessi a Field Service oltre 800 utenti, facendo di Biesse il primo e più grande progetto di Field Service Lightning in Italia. Per Biesse, è fondamentale innovare la tradizione del Made in Italy con la digitalizzazione del proprio business che, come in questo caso, permette di facilitare enormemente i rapporti con i clienti e proponendosi di creare una fidelizzazione basata sulla semplicità e sull’innovazione.

 

L’aiuto della tecnologia nel momento più difficile

 

Sebbene sia ormai una vera e propria multinazionale, Biesse è stata fondata e mantiene le sue radici a Pesaro; ha quindi dovuto fare i conti in maniera importante con l’epidemia di Coronavirus che ha flagellato il nostro paese. A tale riguardo, l’azienda ha messo in atto una serie di misure per garantire la sicurezza dei dipendenti, dei clienti e di tutte le persone che interagiscono con l’azienda e al tempo stesso assicurare la normale operatività in tutte le proprie sedi nel mondo. L’approccio one company, che consente di lavorare in ogni parte del mondo seguendo processi unificati avvalendosi di strumenti comuni, ha permesso in un periodo particolarmente difficile di servire il cliente scegliendo la soluzione ottimale per lui e per le nostre persone, in ottemperanza delle direttive in essere in ogni Paese. Non solo, Biesse ha inoltre donato 100.000 euro all’Ospedale di Pesaro e contribuito attivamente alla rete di solidarietà per supportare in maniera concreta un territorio e un tessuto imprenditoriale che rappresenta l’eccellenza italiana nei propri settori di riferimento.